Colombia

Finca Hebron

Mandarino, zenzero, miele
Soave e avvolgente con profumi di uva fragola, mandarino e sfumature di zenzero; elegante acidulità,retrogusto persistente con sentori di gelsomino e miele d’arancio
QUALITY SCORE:
I DATI DEL CAFFÉ

Quality score:

Varietal:

Castillo, Colombia

Processing:

Washed

Region:

Huila

Harvest:

May – June

Altitude:

1500 – 1600 m

Farm:

Finca Hebron

Producer:

Jair Borda

RICETTA CONSIGLIATA

In base allo stile di tostatura dei nostri tostatori Andrea e Fabrizio suggeriamo due ricette, per espresso e per filtro (V60) che potrai utilizzare come punto di partenza per enfatizzare i flavor di questo specifico lotto. Potrai gustare questo caffè anche con altri metodi di estrazione, utilizzando i nostri suggerimenti come punto di partenza per ottenere le sfumature sensoriali da te preferite, da aggiustare in base al grado di macinatura, alle caratteristiche dell’acqua e delle attrezzature che utilizzi.

dose caffè:

  • 9 g (single shot)
  • 18 g (double shot
brewing formula:
50%

dose in tazza:

  • 18 g (single shot)
  • 36 g (double shot)

tempo di estrazione:

temperatura:

93° C

pressione pompa:

dose caffè:

15 g

brewing ratio:

1 / 16

dose / acqua:

240 g

temperatura:

93,5° C

IL PRODUTTORE

Finca Hebron
Situata nella lussureggiante La Esperanza, Huila, la piantagione guidata da Jair Borda e dal suo team adotta processi produttivi innovativi che conferiscono a ogni caffè un carattere unico. La passione, l’attenzione ai dettagli e la dedizione di Jair hanno permesso a Finca Hebron di primeggiare nell’annuale Cup of Excellence, prestigioso concorso nazionale dedicato ai caffè di alta qualità. Finca Hebron si contraddistingue sia per la qualità eccezionale dei suoi prodotti che per l’impegno sociale e ambientale. La produzione viene infatti portata avanti promuovendo pratiche agricole sostenibili, nel rispetto dell’ambiente e della biodiversità, con particolare attenzione al benessere dei lavoratori.

LA NAZIONE

Colombia
La storia del caffè in Colombia risale al 1700, quando i missionari gesuiti lo introdussero per la prima volta nel dipartimento di Santander. La leggenda narra che la successiva diffusione sia avvenuta grazie a Francisco Romero, un sacerdote gesuita che imponeva la semina del caffè come penitenza per i peccati dei fedeli. Il caffè ebbe una rapida espansione nelle province di Cundinamarca, Antioquia e Caldas, fino a raggiungere l’espansione attuale, con un aumento esponenziale della produzione che passò da 60.000 a 600.000 sacchi alla fine del 1800. Per rappresentare i produttori di caffè colombiani nel 1927 sono nate la Federación Nacional de Cafeteross e il centro di ricerca CENICAFE, che studia i varietal e le tecniche di lavorazione per migliorare qualitativamente i raccolti. Oggi la Colombia è il terzo produttore mondiale di caffè e il primo di Specialty Coffee, contribuendo per il 22% al PIL del paese e fornendo reddito a oltre 500.000 famiglie. Il paese è un luogo ideale per la coltivazione del caffè, con 22 dei suoi 32 dipartimenti dedicati alla sua coltivazione. Le principali aree produttive sono Huila, Antioquia, Tolima, Caldas, Valle del Cauca, Cauca, Risaralda, Santander, Cundinamarca, Nariño, Quindío, Norte de Santander, Cesar, La Guajira, Magdalena, Boyacá, Meta, Casanare e Caquetá. La prima fioritura avviene tra gennaio e marzo, con raccolta tra aprile e giugno (Mitaca); la seconda fioritura avviene tra luglio e settembre, con raccolta tra settembre e dicembre. I caffè colombiani hanno un profilo di tazza unico, morbido, con un’acidità elevata, un intenso aroma e un’eccellente qualità.

LA REGIONE

Huila
Situato nella regione sud-occidentale di Andino, Huila è un dipartimento montuoso ottimale per la coltivazione del caffè e per la perfetta combinazione di terreno, altitudine e condizioni climatiche. Nel corso degli anni la qualità del caffè di questa regione ha raggiunto picchi qualitativi e produttivi così elevati da renderla la migliore regione caffeicola del paese, grazie a profili di tazza unici che esprimono una straordinaria complessità aromatica e gustativa. La produzione è prevalentemente in mano a piccoli produttori che coltivano i loro caffè in piantagioni con estensioni inferiori ai 3 ettari, che durante i periodi di raccolta utilizzando solo forza lavoro familiare. La prima fioritura, chiamata Mitaca, avviene tra gennaio e marzo, con raccolta tra aprile e giugno; la seconda fioritura avviene tra luglio e settembre, con raccolta tra settembre e dicembre. I caffè di Huila sono famosi per la loro estrema dolcezza e per il profilo delicato in tazza, che denota un’acidità brillante, note fruttate e un finale che ricorda il cacao e il caramello.

IL CULTIVAR

Colombia
Il cultivar Colombia, creato nel 1982 da Cenicafè, è il risultato dell’incrocio delle varietà Caturra e Ibrido di Timor; creato per rendere i chicchi più resistenti alla malattie più comuni e infestanti quali la ruggine delle foglie, il Colombia predilige altitudini medie comprese tra i 1200 e i 1600 metri.
Castillo
Prodotta da Cenicafè nel 2005, il Castillo è il risultato del miglioramento genetico della varietà Colombia infatti si adatta anche ad essere coltivato ad altitudini superiori offrendo una migliore stabilità produttiva e aspetti sensoriali più pregiati.

IL PROCESSO PRODUTTIVO


Raccolta delle drupe
Le drupe del caffè vengono raccolte a mano per garantire il perfetto livello di maturazione dei frutti e consegnate in giornata alla stazione di lavaggio per la lavorazione.
Rimozione di buccia e polpa
La prima fase di lavorazione consiste nella rimozione meccanica della buccia e della polpa del frutto in modo da separare i chicchi di caffè verdi che saranno successivamente fermentati in acqua. Gli scarti di lavorazione, bucce e polpa, saranno utilizzate come compost naturale per il nutrimento delle piante.
Fermentazione in acqua
I chicchi di caffè vengono immersi in acqua all’interno di vasche per la fermentazione, dove resteranno per un periodo che varia dalle 12 alle 24 ore in base al clima esterno. Successivamente alla fermentazione, i chicchi di caffè vengono fatti passare attraverso appositi canali di risciacquo dove verrà rimossa la parte di mucillagine ancora presente.
Asciugatura
I chicchi di caffè vengono ora disposti su letti rialzati (african bed) e messi ad asciugare al sole per un periodo di tempo cha varia dalle 3 alle 4 settimane. Questa lenta procedura permetterà di ottenere chicchi omogenei e con una percentuale di umidità finale compresa tra il 10% e il 12%.
Confezionamento e riduzione dell’umidità
Dopo l’essiccazione, i caffè verranno confezionati in sacchi di iuta e stoccati in magazzino per circa 1 mese; questo processo aiuta standardizzare ulteriormente la percentuale di umidità evitando così il rischio di formazione di muffe durante il trasporto marittimo.
Decorticazione
Una volta raggiunto il giusto grado di umidità il pergamino viene rimosso dal chicco del caffè attraverso una macchina a rulli. Successivamente il caffè viene collocato definitivamente in sacchi di juta e reso pronto per la spedizione.

IL PACKAGING

Acquista i nostri prodotti!